Digital Data Digital Marketing

Digital marketing audit, ecco cosa misurare

digital marketing audit

Il marketing online è una parte essenziale delle strategie digitali. Rappresenta, infatti, l’insieme di attività che consentono alle aziende di ottenere maggior visibilità e sviluppare nuove attività per continuare a crescere.

Queste attività, tuttavia, richiedono uno sforzo e un controllo continuo e dimostrano il proprio ROI attraverso risultati quantificabili. 

Affinché siano efficaci è necessario svolgere regolarmente audit digitali, per identificare le aree che stanno funzionando e quelle che richiedono maggiore attenzione.

Digital Audit, come affrontarlo nel giusto modo 

Una volta raggiunto un buon posizionamento nei motori di ricerca o acquisiti lead di qualità grazie alle attività di marketing digitale, non bisogna peccare di presunzione e presumere di rimanere lì per sempre, ci sarà un nuovo servizio o un’altra azienda pronta al sorpasso.

Essere vigili, conoscere i propri utenti e competitor, oltre a saper attuare il giusto controllo delle proprie attività digitali è la chiave del successo

Ecco che entra in scena il Digital Marketing Audit. Non sai da dove cominciare? Vediamo insieme le metriche, i concetti, i processi e i risultati da aspettarsi.

Perché condurre un Audit?

Se i risultati delle attività digital sono al di sotto delle aspettative o se alcuni canali hanno fatto registrare un calo evidente, è una chiara indicazione che sia necessario svolgere un audit.

Altre situazioni che potrebbero portare a svolgere un audit sono:

  • generazione bassa o assente di nuovi contatti
  • mancato raggiungimento degli obiettivi di vendita
  • calo delle vendite
  • diminuzione del traffico web
  • disimpegno o basso coinvolgimento del pubblico sui social media
  • necessità di definire una nuova strategia digitale

Lo svolgimento di un audit digitale fornirà approfondimenti sul rendimento di ciascuno dei canali coinvolti, in modo da poter definire e progettare una strategia di successo.

Digital Marketing Audit, cosa misurare per ogni attività

Audit SEOAudit contenutiAudit Social MediaAudit Paid Ads

Audit SEO

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è uno dei principi fondamentali del marketing digitale. Si tratta di un insieme di attività e ottimizzazioni effettuate su un sito web per migliorarne il posizionamento all’interno dei motori di ricerca in corrispondenza di parole chiave ritenute strategiche. 

La SEO richiede una vera e propria strategia specifica ed è fondamentale in una strategia digitale più ampia, in quanto permette di generare traffico di qualità verso il proprio sito.

Questa ottimizzazione coinvolge la parte tecnologica, testuale e strutturale di un sito, oltre che alle sue “relazioni” con altri siti web.

Più i contenuti saranno condivisi in altri portali, più il sito guadagnerà di autorevolezza agli occhi dei motori di ricerca; quindi premiato con un posizionamento alto nelle prime pagine.  

Ai fini dell’ottimizzazione, l’audit dovrà essere condotto su diversi aspetti:

  • keyword
  • ottimizzazione sulla pagina
  • backlink
  • adattabilità

Audit delle keyword

Le parole chiave sono solo uno dei modi in cui un motore di ricerca trova e mostra il tuo sito. Se i contenuti del sito non contengono parole chiave pertinenti, ci sono meno possibilità che i motori di ricerca lo trovino e lo mostrino agli utenti. 

Utilizza uno strumento per le parole chiave come Google Keyword Planner per ricercare quali sono le parole chiave ottimali per il tuo target e settore di riferimento e quindi inseriscile in modo naturale, senza esagerare – pena penalizzazione Google, nei tuoi contenuti per ottenere migliori risultati.

Audit sulle pagine

Un controllo in-page implica una scansione del sito per identificare problemi come intestazioni, contenuti e meta descrizioni duplicati, titoli delle pagine mancanti, contenuto della pagina non sufficiente (ogni pagina deve contenere un minimo di 300 parole, ma per un posizionamento migliore dovrebbe essere più lungo), lunghi tempi di caricamento della pagina, collegamenti interrotti o troppi reindirizzamenti. 

Per controllare le pagine possono essere utilizzati degli strumenti crawler come Google Search Console, Webbee Web Spider o Moz Pro Site Crawl Test.

Audit dei backlink

È bene controllare periodicamente che questi link provengano da siti autorevoli che non sono spam. I backlink di qualità sono qualcosa che richiede impegno perché in grado di aumentare l’autorità del sito e migliorarne il posizionamento.

Attenzione all’adattabilità

Quando un sito web non è responsivo, ossia non si adatta ai dispositivi mobili, solitamente perde posizionamenti all’interno dei motori di ricerca. 

Considerando che la maggior parte delle ricerche di questi tempi vengono condotte da smartphone e tablet, se il sito non è ottimizzato per i dispositivi mobili è improbabile che gli utenti siano in grado di navigarlo come previsto. 

Infatti, i motori di ricerca danno priorità ai siti ottimizzati per i dispositivi mobili, oltre che a quelli con punteggio di velocità alto.

Audit contenuti

Il contenuto è uno dei modi più efficaci per coinvolgere e intrattenere il pubblico. Maggiore è la qualità dei contenuti, maggiore saranno i risultati in termini di visualizzazioni, tempi di permanenza e profondità di navigazione.

Al fine di offrire qualità e valore agli utenti, è necessario realizzare contenuti che siano di loro interesse e che rispondano ad un bisogno/esigenza; e questo richiede tempo e impegno, nonché un pizzico di creatività.

Tra le principali attività da svolgere nella realizzazione di una content strategy di successo:

  • definizione della target audience
  • creazione di contenuti di qualità e valore
  • ottimizzazione dei contenuti

Definire la Target Audience

Prima di iniziare a scrivere contenuti è essenziale definire e conoscere il pubblico di riferimento (Target Audience) delle attività: da dove provengono, come accedono ai contenuti del sito/social, quali sono le loro caratteristiche demografiche (età-sesso)…

Questa analisi consentirà di segmentare il proprio pubblico e realizzare contenuti quanto più personalizzati e adatti alle singole esigenze.

Creare contenuti di qualità

La creazione di contenuti di qualità e valore, in grado di intrattenere, coinvolgere e dare informazioni utili agli utenti è importante nella definizione di una strategia di comunicazione di successo. 

I contenuti sono il biglietto da visita di una azienda, danno voce all’identità, alla personalità e alle competenze di ciascuna realtà. Pertanto è importante risultare il più naturali e trasparenti possibili, affinché ci sia un vero interesse da parte degli utenti target, contraddistinti da una maggior criticità e diffidenza nei confronti di ciò che li circonda. 

Ottimizzazione dei contenuti

I contenuti devono essere ottimizzati sia per il pubblico target che per i motori di ricerca. 

Questo significa dare una struttura e un corpo ben definito ai contenuti, che dovranno svilupparsi in blocchi distinti, introdotti da titoli H1, H2 e H3, che affrontano e approfondiscono il tema trattato.

Maggiore è la pertinenza tra i vari elementi (titolo, parole chiave…), più facilitata sarà l’indicizzazione dei contenuti da parte dei motori di ricerca.

Audit Social Media

I social media sono un mezzo molto importante per dare voce al proprio brand e creare relazioni con i propri clienti. Rappresentano, inoltre, un indicatore della propria reputazione online.

Gli studi dimostrano che la stragrande maggioranza delle persone (95 per cento) di età compresa tra 18 e 34 anni seguono i marchi a cui sono interessati sui social media. 

Non solo, le attività sui social media, nonché le valutazioni e le recensioni, continuano ad avere una profonda influenza sulle loro decisioni di acquisto.

Svolgere un audit sui propri social media può pertanto essere molto utile per assicurarsi di raggiungere il proprio pubblico target e generare valore. Ecco a cosa bisogna fare attenzione.

Essere attivi sui social

Avere un profilo/account sui social non è sufficiente. Per tenere alto il coinvolgimento e l’interesse degli utenti nei confronti del proprio brand è fondamentale essere attivi, pubblicare regolarmente contenuti di valore e pertinenti al proprio ambito di riferimento.

Cosa pubblicare e con quale frequenza

Il giusto mix di contenuti! Si consiglia di investire nella condivisione di contenuti di valore, dando precedenza a contenuti informativi e di intrattenimento – idee, storie… (ca 80%), affiancati da attività di promozione del proprio brand che stimolano le interazioni personali (20%).

Per quanto riguarda gli intervalli di pubblicazione, è necessario adattare le uscite e la frequenza a seconda delle caratteristiche della piattaforma utilizzata. 

La creazione di un calendario editoriale sarà molto utile nel determinare quando e quanto spesso pubblicare, aiutando al contempo a bilanciare il mix di contenuti e mantenere traccia della pianificazione dei post.

Aggiornare i propri profili

Mantenere informazioni aggiornate e accurate sui propri profili social è molto importante poiché, in molti casi, è così che i clienti ci trovano. Assicurarsi dunque che tutte le informazioni siano corrette: indirizzo, numero di telefono, orari di apertura e qualsiasi altra informazione si ritenga pertinente.

Avere controllo della propria presenza online

Non solo della presenza, ma soprattutto della propria reputazione online. È importante tenere monitorate le valutazioni e le recensioni degli utenti e rispondere ad eventuali commenti negativi; così come le pagine e profili che fanno riferimento al proprio brand.

Infatti, se dalla ricerca online del proprio brand dovessero emergere pagine o profili che trattano della propria realtà ma senza che ne abbiate un reale controllo, è possibile rivendicarne la proprietà e integrarne la gestione nella propria strategia generale.

Audit Paid Ads

La pubblicità sul digitale è un altro modo per ampliare il proprio business (sia online che offline), far conoscere la propria realtà e acquisire nuovi contatti. Tuttavia fare pubblicità online può essere costoso. 

Se il piano marketing digitale prevede degli investimenti pubblicitari online, è necessario assicurarsi di ottimizzare i propri annunci in modo strategico per una gestione controllata ed efficiente del budget.

Google AdWords

L’analisi delle parole chiave è la chiave per il successo di una campagna su Google Ads. 

L’uso di parole chiave appropriate consente di ottimizzare i costi e mostrare l’annuncio al giusto target. Google Ads offre strumenti di verifica e controllo delle aste per ciascuna keyword, al fine di impostare un’offerta conveniente ed efficace.

Ottimizzazione delle pagine di destinazione della campagna

Assicurarti che le pagine di destinazione della campagna siano ottimizzate, per ottenere il massimo valore dal tuo annuncio. 

Se la pagina di destinazione è mal progettata o non fornisce la risposta che il potenziale cliente sta cercando, infatti, si perdono i clic per i quali si hai già pagato.

La pagina di destinazione deve essere pertinente all’annuncio, facile da navigare e fornire all’utente un accesso immediato al prodotto o al servizio a cui è destinato l’annuncio. 

Includi sempre un chiaro invito all’azione (CTAcall to action) in modo che il tuo potenziale acquirente possa completare l’azione voluta.


Sei pronto per iniziare le tue attività di digital marketing audit?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *